“Cos’è sta SEO?” Cosa significa e come funziona

La SEO in parole povere

L’attività SEO, consta di due operazioni principali, c’è prima l’ottimizzazione del sito, e poi l’indicizzazione del sito stesso.

Come funzionano le due operazioni?

  1. Analisi

Innanzitutto, viene fatta una prima analisi del sito, per vedere cosa c’è di sbagliato nei contenuti in termini di tag e struttura del sito, cosa è migliorabile, cosa c’è da introdurre o implementare.

In seguito, viene fatta un’analisi della concorrenza sui siti competitor.

  1. Ottimizzazione

Strategia

Una volta effettuata l’analisi completa, si individua la miglior strategia possibile da attuare per far si che il sito possa comparire in prima pagina su Google, per determinate le ricerche utente per specifiche parole chiave.

Parole chiave o keywords

La scelta delle parole chiave, concordata con il cliente, viene verificata tramite l’analisi delle ricerche più frequenti.

Le keywords indicate dal cliente potrebbero non essere molto trafficate in rete, potrebbero risultare poco performanti in termini di traffico potenziale sul sito. Solo grazie ad un’approfondita analisi delle ricerche possono essere scelte le giuste parole chiave e la migliore strategia da adottare.

  1. Indicizzazione

Effettuata l’ottimizzazione, si passa alla fase di indicizzazione del sito, ovvero, si aspetta che Google si renda conto di tutte le nuove modifiche apportate sul sito, e si verifica, costantemente, con appositi strumenti, l’andamento globale sia del sito che delle oscillazioni di posizioni in SERP (pagina dei risultati del motore di ricerca) per le parole chiave scelte.

Ovviamente, i strumenti professionali sono a pagamento, come ad esempio la piattaforma SEOZOOM, utilizzata per verificare i vari andamenti del sito.

Il continuo monitoraggio, serve per stabilire se la strategia adottata sta sortendo effetti positivi, e se si deve implementare o cambiare sostanzialmente.

Tempi

Per avere dei risultati soddisfacenti, il periodo ideale è di almeno 6 mesi, per cercare di fare tutte le prove possibili, aspettare le varie scansioni dei robot di Google, che possono portare alcune modifiche/oscillazioni in termini di posizionamento in SERP.

Grazie a Amerigo Pizzoferrato (SEO specialist)